RECENSIONE PALETTE KIKO SMART CULT EYESHADOW

RECENSIONE PALETTE KIKO SMART CULT EYESHADOW

Dodici lunghi mesi di attesa e il periodo più bello dell’anno è finalmente arrivato e con lui anche il caro vecchio buon umore da feste incombenti, le canzoni di natale in loop e le Yankee Candle natalizie (vogliamo parlare di Cranberry Ice e Festive Cocktails?!). E mentre aperitivi e party natalizi si profilano numerosi all’orizzonte, mi sento di affermare che nessuna festa è davvero completa senza una bella dose di sbrilluccichii, con buona pace della sobrietà. Perché siamo onesti, aspettare le feste per tirare fuori dal cassetto tutti quei meravigliosi ombretti, illuminanti e smalti glitterati è un classico. Ed è proprio con questo spirito che il post di oggi sarà niente meno che una patinatissima recensione della palette Kiko Smart Cult Eyeshadow (nr 02 – Shocking Sparkle Shades)!

 

Want to read this article in English? Just click here

 

RECENSIONE PALETTE KIKO SMART CULT EYESHADOW

First things first, al prezzo di €16.95, la palette è disponibile in due versioni: nr 01 – Matte Revolution, che ha al suo interno una selezione di 12 marroni, blu/grigi e rosa matt, e 02 – Shocking Sparkle Shades con 12 ombretti leggermente meno accesi ma davvero super shimmer. Personalmente non ho dubbi: Shocking Sparkle Shades batte Matte Revolution su tutti i fronti perché a) è Natale, e il Natale per definizione vuole luce e b) Matte Revolution ha vari colori quali il turchese, il fuxia e il viola che secondo me sono un po’ troppo azzardati (party a tema anni ‘90 a parte!). Quindi lo ammetto subito, sono team Shocking Sparkle Shades – e infatti oggi parliamo  solo lei!

 

Recensione palette Kiko Smart Cult EyeshadowRecensione palette Kiko Smart Cult EyeshadowRecensione palette Kiko Smart Cult Eyeshadow

 

Passando alla recensione vera e propria, sono piuttosto soddisfatta della durata di questi ombretti, che superano con successo la prova 8am – 10pm, anche quelli meno pigmentati. Il tempo la fa da padrone alla mattina, motivo per il quale non applico praticamente mai un primer occhi ma comunque alla sera l’ombretto è ancora lì. Certo, il colore non è più brillante e definito come alle 8 di mattina, ma non è niente di troppo drammatico e la situazione migliora con un buon primer. Ecco, forse per un evento importante non sceglierei un trucco 100% Shocking Sparkle Shades, prediligendo invece, almeno come base, prodotti un po’ più costosi e dalla durata garantita, ma sicuramente l’effetto wow lo affiderei a questa palette.  

In quanto a pigmentazione, i colori sono scriventi e si sfumano piuttosto bene, cosa che mi ha sorpresa non poco dato che normalmente i prodotti molto glitterati come questi sono top in fatto di luce ma peccano sul fronte della qualità. In effetti, ci sono due colori che risultano meno accesi quando applicati sulla palpebra e l’effetto finale è più quello di una polvere glitterata che un vero e proprio ombretto. Parlo di nr 01 e nr 05 – i più chiari. Nonostante questo mi piacciono molto entrambi e semplicemente li uso quando voglio un look luminoso ma un po’ meno appariscente. Inoltre, va tenuto in conto che nessuno dei colori è troppo polveroso e i glitter raramente cadono sugli zigomi durante l’applicazione (solo nr 01 e 05 richiedono più attenzione). Dimenticatevi però quegli ombretti orribili i cui glitter si incollano sulle guance e non li togli più, qui basta davvero un tocco di pennello da cipria e il danno è riparato. Ben fatto Kiko!

Ammetto che avrei preferito che all’interno ci fossero anche dei marroni – per esempio se al posto del fuxia più acceso e del blu ci fosse qualcosa di più naturale, per quanto brillante, il prodotto sarebbe stato perfetto secondo me. Infatti, quando compro una palette occhi, la prima cosa a cui penso è proprio l’uso reale che ne posso fare e mi butto sempre su opzioni che vadano bene sia a casa sia in viaggio senza dover portare 3 palette diverse. Perciò uno schema di colori stravagante può essere indubbiamente bellissimo alla vista, ma se manca dei basics allora probabilmente non lo userei molto, cosa che dimezza direttamente il senso di acquistarlo. Ovviamente non è il caso della palette Kiko Smart Cult Eyeshadow, ma penso in ogni caso che una pianificazione saggia dei colori debba includere anche dei nude.

 

Tutto sommato però, per il suo prezzo (€16,95) trovo che questa palette sia un’ottima proposta per accendere le feste senza spendere una fortuna e infatti penso proprio che ne farò buon uso durante questo mese!

 

Molto bene, spero che la mia recensione palette Kiko Smart Cult Eyeshadow vi sia stata utile e, per rimanere in tema ***Spoiler Alert!*** il prossimo post parlerà dei due mascara Kiko Hyper Cosmic Ultra Tech. Stay tuned per sapere se sono davvero all’altezza dei loro nomi epici oppure no!

 

LEGGI DI PIÙ

 

Want to read this article in English? Just click here

 

Recensione palette Kiko Smart Cult Eyeshadow

 

PH LILY’S COLOURS
© 2018 LILY’S COLOURS ALL RIGHTS RESERVED

Share: